Site Overlay

Biografia


“L’opera architettonica non è soltanto l’oggetto ma anche quello che lo circonda, i vuoti e gli spazi”

Oscar Niemeyer


Chi sono

Sono Matteo Mariotti, un giovane architetto libero professionista nato a Cremona il 14/05/1991.

Dopo aver conseguito il Diploma di geometra e la successiva Laurea Magistrale in Architettura presso il Politecnico di Milano nella sede di Piacenza, grazie al superamento degli Esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di Architetto nell’anno 2017 mi sono potuto iscrivere all’Ordine degli Architetti di Cremona (n. 974).

La mia carriera è iniziata subito, quasi inaspettatamente, nel mese di gennaio del 2018 quando sono venuto in contatto con “EDIL ROSA”, un’impresa edile consolidata nel territorio di Codogno e dell’intero basso lodigiano. La collaborazione è iniziata nell’immediato essendomi messo in gioco da novellino del settore e inizialmente anche come collaboratore di ufficio nella gestione delle gare d’appalto pubbliche, nella quale l’impresa ha ottenuto buoni risultati, e nella gestione dei cantieri tenendo i contatti con gli altri professionisti e i vari fornitori.


Il mio mantra

In qualità di architetto mi sento coinvolto sin dal primo approccio con il cliente fino ad oltre la chiusura fisica del cantiere perchè è indispensabile instaurare un rapporto umano tra le parti.

Questo vuol dire potersi confrontare apertamente per trovare le soluzioni migliori per soddisfare le necessità del committente e mettere in risalto le capacità del professionista, in modo che ogni progetto sia frutto di una vera e propria collaborazione, fondamentale per una buona riuscita.


Il mio “essere” architetto

Penso che innovarsi e soprattutto rinnovarsi, sia importante.

Per questo motivo non mi limito ad una normale progettazione bidimensionale, ma grazie a nuovi software è possibile progettare in 3D per rendere più efficace la visualizzazione finale del progetto, da una semplice ristrutturazione di un bagno ad una nuova costruzione di una villa singola. Ogni singolo elemento non deve essere lasciato al caso e deve essere studiato per trovare la sua perfetta collocazione nello spazio.
Grazie inoltre alla renderizzazione finale è possibile studiare la combinazione materica e cromatica tra le varie finiture, dalle piastrelle alla tinteggiatura, dai serramenti all’arredo.


Scroll Up